fbpx

Logo aziendale, il (non) dramma del cambiamento

logo aziendale

Cambiare il logo aziendale ti spaventa?
Niente paura, un restyling del tuo marchio è importante e talvolta necessario.

Può passare a volte per la testa il pensiero che il proprio logo aziendale sia un po’ come un diamante, per sempre. In realtà il logo aziendale è bene che sia capace di evolversi, di cambiare, di rimanere al passo con i tempi: aggiornarlo di tanto in tanto non può che giovare al tuo business e alla tua attività.

Come ben saprai, infatti, il mondo della comunicazione è dinamico e in costante mutamento. Si passa da un trend all’altro velocemente, i gusti variano, così come gli atteggiamenti e i comportamenti degli utenti. Soprattutto sul web queste trasformazioni sono ancora più veloci e le persone ancora più esigenti nel richiedere che un’azienda sia capace di rispondere a rinnovate esigenze. Un logo aziendale vecchio, non alla moda, per non dire addirittura banale e fuori luogo potrebbe automaticamente allontanare nuovi potenziali clienti.

Vediamo però di approfondire l’importanza di portare un’aria di novità al proprio logo aziendale e come cambiare il logo senza andare completamente a stravolgerlo.

Logo aziendale, perché è importante modificarlo?

La creazione del logo aziendale è un po’ la genesi dell’anima di un’azienda. Il logo dovrebbe essere infatti il marchio rappresentativo dell’impresa per cui viene realizzato, capace di rispecchiarne valori, vision e identità. Un logo aziendale è parte costitutiva della Brand Identity, nonché strumento principe della comunicazione.

Visti tutti questi elementi, potresti quasi essere portato a pensare che, una volta creato, il logo aziendale sia scolpito nella pietra, e in quanto tale non può più essere toccato. Niente di più sbagliato: il marchio di un Brand ha bisogno di tanto in tanto di subire delle modifiche (non uno stravolgimento totale, attenzione) per tornare a rendere l’azienda di appeal e competitiva sul mercato.

Ci sono determinate situazioni e contesti dove cambiare il logo aziendale diventa un imperativo piuttosto impellente:

  • quando il logotipo è datato e fuori moda, per cui è necessario un restyling grafico che renda nuovamente attraente il marchio;
  • quando il logo viene associato a una cattiva reputazione del Brand, per cui diventa necessario rinnovare l’immagine aziendale;
  • quando ci si vuole riposizionare sul mercato, come nei casi in cui ci si apre a nuovi Paesi, si vuole ampliare la forbice di mercato oppure si vuole integrare un nuovo servizio o prodotto di punta nella propria offerta commerciale;
  • quando si sono effettuate scissioni, fusioni o acquisizioni.

 

Come cambiare il logo aziendale nel modo giusto?

Se quindi il tuo logo aziendale è datato oppure non è più in linea con il messaggio che vuole comunicare la tua azienda o ancora non pensi sia più adatto allo stile di oggi e alle nuove esigenze dei consumatori, bene, allora è proprio giunto il momento di pensare a un restyling.

Quando si parla di cambiare il logo aziendale si devono prender in considerazione diverse sfaccettature: si può infatti effettuare una revisione, una modifica o un aggiornamento, dipende tutto da qual è la base di partenza. Per rimodernare il vecchio logo aziendale affidati sempre a degli esperti di settore che potranno andare a lavorare su diversi elementi quali:

  • adottare un nuovo font tipografico;
  • scegliere una nuova palette di colori;
  • rivedere il logo in uno stile più moderno;
  • ripensare le forme;
  • dare vita a un nuovo payoff.

In ogni caso è consigliabile mantenere sempre la base di partenza, non effettuando dei totali stravolgimenti. Il restyling del logo prende anche in considerazione altri aspetti, quali la storia aziendale, il sistema di valori e l’analisi della concorrenza, tutti elementi fondamentali per definire qual è la giusta via da percorrere per cambiare il logo aziendale nel migliore dei modi.

Hai finalmente deciso di dare una rinfrescata al tuo logo aziendale? Meraviglioso, non perdere altro tempo, contattaci subito!

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Potrebbe anche interessarti...

Newsletter