Perché hai bisogno di una strategia di marketing

Trend 2018
Grafica e web: le tendenze del 2018
18 dicembre 2017
B2B vs B2C
B2B e B2C: comunicazione a confronto
13 aprile 2018

Ti è mai capitato di metterti in macchina e non sapere dove stai andando?

Sicuramente è molto divertente: cartina sul cofano dell’auto, magari con la fidanzata, “Andiamo qui?” indicando un luogo a caso, e via che si parte. Nessuna idea di cosa vedremo, poche idee di quanto tempo ci vorrà e budget fuori controllo. Vedi un mucchio di cose e ti diverti, ma una notte arrivi in un paesino e scopri che c’è la festa del patrono, nessun albergo libero per chilometri e ti tocca dormire in macchina. E, alla fine di un viaggio divertente ma disorganizzato, ti ritrovi con la schiena e la macchina scassata, scopri che ti sei perso dei posti bellissimi e hai finito i soldi.

Questa premessa vacanziera per cominciare a discutere della necessità di una strategia anche nel marketing:
Dove vuoi essere tra un anno?
Come vuoi che ti vedano i clienti?
Sei sicuro di arrivarci senza finire la benzina in mezzo al tragitto?

Viaggiatore

Avere una mappa per guidare la tua impresa verso la tua meta, pianificando tutti i passaggi e le risorse necessarie per raggiungere gli obiettivi, adattandosi ai cambiamenti e sconsigliando i viaggi pericolosi ma senza perdersi le cose più belle e importanti oggi è la chiave di un business di successo reale.

Insomma, perché ho bisogno di una strategia di marketing?
Perché così puoi andare al mare tranquillo… una volta decisa la rotta e pianificato il viaggio, i dettagli delle attività tattiche ed eventuali correttivi verranno da sé. Un bel viaggio, divertente e sicuro, vero?

 

Vediamo ora come impostare una strategia di marketing di successo

 

Per farla semplice: butta fuori una cosa sensata, falla vedere a molta gente, controlla, impara e migliora!

Non si parla di fare una campagna sconti a fine mese ma di “leggere”, prevedere e guidare i comportamenti dei tuoi potenziali clienti nel futuro.
Oggi condividiamo con te alcune considerazioni su quello che è il processo più performante per creare una strategia di successo!

1. Definisci i tuoi obiettivi, tra sogno e realtà

Strategia

Una strategia ha senso solo se hai obiettivi precisi. Senza obiettivi ben chiari e numericamente definiti la tua idea è solo un sogno.
Devi sapere con certezza quanto riuscirai a dare al mercato, di quali risorse disponi. Inutile cercare di fatturare il triplo in un anno se non hai le risorse per farlo. Puoi anche delineare tutto quello che vuoi ottenere, ma scrivi su un pezzo di carta cosa ti serve per poterlo fare: vuoi fatturare il doppio?
Bene, di cosa hai bisogno per riuscirci? Hai bisogno di più persone, di maggiori competenze, di macchinari migliori? Solo tu puoi saperlo, basta una semplice “lista della spesa” per prevedere e guidare il tuo futuro, anche se ancora non hai tutto in mano. Insomma, vola col pensiero ma tieni i piedi ben saldi sul terreno.
E se ancora non hai degli obiettivi? Trova il modo di definirli. Ad esempio, puoi calcolare quanti clienti hai, quanto rendono, fare una stima di quanti clienti puoi prendere in un mese e valutare quindi di quanto puoi crescere.

2. Strategia e posizionamento

Posizionamento

La variabile più importante della strategia è la mente del tuo cliente, senza questa tutti i tuoi piani sono solo teoria. Disegna un’area geografica ben definita e conta i clienti potenziali in quell’area. Cosa pensano di te? Sanno che esisti? Quanto costa andare a prenderli? Se dovessero incontrarti (online o nella vita reale) cosa penserebbero di te? Quanto spazio ti lascia la concorrenza nella loro testa?
Come sei posizionato nella mente del tuo potenziale cliente? Cosa vuoi che pensino prima di incontrarti? Come puoi preparare il terreno per fare in modo che siano ben predisposti ad acquistare i tuoi prodotti senza fare storie sui prezzi e con le giuste aspettative?
Sicuramente avere una buona proposta di valore fa la differenza.

3. Automatizza le attività tattiche

Appunti

Ora che hai descritto il tuo obiettivo e la tua prima strategia devi darti da fare per mettere in piedi delle attività efficaci e automatiche. Ad esempio, non ha senso che lavori per mesi ad un messaggio perfetto su Google Adwords, i tuoi clienti ti stanno cercando ora: pubblica SUBITO alcuni messaggi sensati e guarda come performano nel tempo. Ricorda che veloce è meglio che perfetto, e che perfetto non esiste.
Fai molti test inizialmente, metti in competizione messaggi differenti e verifica quali siano più performanti, metti in pausa quelli che non vanno e investi su ciò che funziona.
Impara da tutto e prendi appunti, se non hai idee piuttosto copia le strategie dai concorrenti adattandole alla tua impresa e vedi se funzionano.

4. Controllo e ridefinizione

test

A questo punto inizia il processo di raffinamento dei risultati. Innanzitutto non disperare se i primi risultati non sono quelli che ti aspetti, perché nel marketing può capitare: il periodo di lancio sbagliato, il messaggio non corretto o altre variabili esterne possono farti buttare via del denaro. Ricorda che dovresti conoscere alcune metriche standard per il tuo settore: se fai riparazioni idrauliche di emergenza chiamarti davvero in tanti già al primo giorno, ma se vendi consulenza per l’ottimizzazione dei processi di laboratorio, forse arriva qualche click al mese.

5. Impara

Impara

Quanto importante è formarsi costantemente? Impara leggendo libri, frequentando corsi di sala, ascoltando altri imprenditori sia in italiano sia in inglese (e i grandi trend arrivano spesso da mercati internazionali).
Dedica del tempo fisso, ad esempio uno o due giorni al mese, alla formazione – se hai poco budget trovi tantissimo materiale gratuito sul web – ma ricorda che la tua formazione nel marketing è l’investimento più importante che puoi fare, perché grazie alla corretta strategia puoi arrivare a guidare il mercato, invece che subirlo.

Please follow and like us:
0