fbpx

Piano editoriale: l’arma segreta per ripartire

Street Art la creatività sui muri
Street Art: la creatività sui muri
5 Agosto 2019
Il ciclo di vita di un sito web
Il ciclo di vita di un sito web
17 Settembre 2019
Piano editoriale

Come affrontare settembre per ripartire in quarta? Pianifica il mese e ti ritroverai ad avere le attività da svolgere giorno per giorno!

Settembre è il mese della ripartenza dopo la pausa estiva: il rientro dalle vacanze è sempre qualcosa di traumatico!
Il panico ti assale e non sai più da dove ricominciare con i tuoi lavori?
Ritorni alla tua scrivania e ti sembra di essere su Marte?
La tua mente sembra essersi messa in modalità stand by?

Respiro profondo, la soluzione c’è! Preparati un piano editoriale!

Il piano editoriale, per il web e i social media, è uno strumento tanto semplice quanto fondamentale.

Che cos’è il piano editoriale?

Detto in modo semplice, un piano editoriale, può essere paragonato ad un’agenda. Quella sulla quale annotavi i tuoi impegni, gli orari delle lezioni, i giorni degli esami universitari! È più o meno un diario per il tuo business, è un insieme di azioni, dettate dalla strategia, che puntano a raggiungere un obiettivo: aumentare il traffico sul tuo sito e l’engagement, fidelizzare i clienti esistenti o generare lead generation.

L’importante è calendarizzare le varie attività, gli articoli da pubblicare e i post da diffondere, tenendo traccia degli argomenti già trattati, così da non rimanere mai a corto d’idee e per rendere costante la tua frequenza di condivisione! È un modo efficace per diventare un brand affermato: presenta sempre contenuti freschi ed aggiornati e lascia sempre al tuo pubblico la possibilità d’interagire!

Un calendario editoriale può essere sviluppato su un foglio di Excel, attraverso un documento Word, puoi usare le innovative bacheche di Trello oppure un tradizionale foglio di carta: quello che ti risulta più comodo, a te la scelta!

Esempio calendario editoriale in Trello

Esempio di calendario editoriale in Trello

Cosa non deve assolutamente mancare in un piano editoriale?

  1. La definizione degli obiettivi: metti per iscritto cosa vuoi raggiungere. Vuoi mostrare il lato divertente e umano della tua attività? Vuoi vendere di più? Vuoi offrire un servizio di assistenza ai tuoi clienti? Descrivere i tuoi obiettivi in modo dettagliato ti aiuterà a creare contenuti in linea con la tua strategia.
  2. L’analisi del target: definiti gli obiettivi, pensa ai tuoi utenti! A chi ti stai rivolgendo? Quali sono le loro necessità? Cerca di creare un identikit, il tuo lavoro risulterà molto più semplice se sai con chi ti devi interfacciare.
  3. La scelta dei contenuti: una volta analizzato il target, dovresti avere già capito in linea di massima quali potrebbero essere gli argomenti da approfondire. Racconta di quelli che sono i tuoi prodotti o i tuoi servizi, delle offerte in corso ma anche di curiosità e notizie interessanti. Parla di tutto ciò che può servire al tuo pubblico!
  4. L’analisi delle statistiche: ricorda di monitorare sempre l’efficacia del tuo piano. Questa probabilmente è la parte più importante che ti consente di capire quali sono stati gli articoli più letti, quelli su cui hanno trascorso maggior tempo e, al contrario, quelli che non hanno suscitato interesse.

Ti renderai conto che, grazie ad un accurato piano editoriale, ti sarà più semplice organizzare le tue giornate. Sicuramente il tempo impiegato per crearne uno sarà ammortizzato giorno per giorno quando, ti basterà aprire la tua agenda per sapere già che attività ti aspettano!

Però ricorda: un piano editoriale non deve essere inciso sulla pietra. A cosa ci riferiamo? Ti renderai conto che alcune volte vi capiterà di dover stravolgere i piani, magari con una notizia dell’ultimissimo minuto o con un’offerta incredibile! Ma non spaventarti, queste sono occasioni che capitano raramente!

Se vuoi avere maggiori informazioni sul come sviluppare un piano editoriale, non esitare a contattarci!

Please follow and like us:
error0